Stanze vuote e nuove tinte in arrivo

geoffrey-demarquet.jpg

 

Solo un letto blu in mezzo alla stanza, un computer portatile poggiato in terra e un armadio vuoto. Nient’altro. Nell’aria risuona la voce calda di Jane Monheit ed è strano come il suono cambi in questa stanza quasi vuota, una melodia così rilassante che concilia l’abbandono e il peregrinare dei pensieri su cieli leggeri. Una intensa tonalità di celeste è quella che hai scelto e che una pennellata dopo l’altra ricoprirà queste pareti ora spoglie su cui macchie rettangolari più scure ti ricordano i quadri e le foto che fino a qualche giorno fa c’erano appese. Ed è un po’ come voltare pagina quest’aria di rinnovamento che da un po’ vive con te, scatoloni pieni di oggetti che probabilmente non torneranno tutti nel loro posto originario, pulizie di Primavera in pieno Autunno, stranezze. E poco importa se fuori la temperatura si aggira intorno ai 10°, c’è il sole alto lo stesso, no? Orizzonti che bruciano in fretta e certezze che si spostano dai loro piedistalli perché sei tu che quei piedistalli hai deciso di spostarli. Ok, dov’è che si morde? E ti piace questa nuova sensazione, la stessa che hai provato qualche settimana fa, quando uscita dal parrucchiere hai di nuovo sentito dopo qualche anno il freddo sul collo ormai libero da lunghi capelli che lo coprissero e che avevi voglia di lasciarti indietro: una trentina di centimetri di sottili fili biondi che cadevano intorno a te mentre le forbici affondavano i loro colpi. Mai come stavolta avevi sul serio la voglia di vederti diversa. Recuperata l’aria da maschiaccio e più sbarazzina di prima ti piaci davvero tanto quando camminando per strada distrattamente vedi la tua immagine riflessa su qualche vetrina.

Annunci

3 Risposte to “Stanze vuote e nuove tinte in arrivo”

  1. La Presidente Says:

    nooooooo ti sei tagliata i capelli!!! ti voglio vedere..!! ma quand’è che scendi?? 😦 devo venire a prenderti per i capelli??? uffa..almeno appena mi trasferisco devi PROMETTERMI che scenderai di nuovo..palermo d’estate ok, ora ti tocca anche palermo d’inverno!! 😀
    baciuzzi, tvb

  2. arthur Says:

    Nel 1912, De Chirico spiegava così il suo nuovo concetto di pittura: “dirò ora come ho avuto la rivelazione di un quadro che ho esposto quest’anno al Salon d’Automne e che ha per titolo: L’enigma di un pomeriggio d’autunno. Durante un chiaro pomeriggio d’autunno ero seduto su una panca in mezzo a Piazza Santa Croce a Firenze. Non era certo la prima volta che vedevo questa piazza. Ero appena uscito da una lunga e dolorosa malattia intestinale e mi trovavo in uno stato di sensibilità quasi morbosa. La natura intera, fino al marmo degli edifici e delle fontane, mi sembrava convalescente. In mezzo alla piazza si leva una statua che rappresenta Dante avvolto in un lungo mantello, che stringe la sua opera contro il suo corpo e inclina verso terra la testa pensosa coronata d’alloro. La statua è in marmo bianco, ma il tempo gli ha dato una tinta grigia, molto piacevole a vedersi.. Il sole autunnale, tiepido e senza amore illuminava la statua e la facciata del tempio. Ebbi allora la strana impressione di vedere tutte quelle cose per la prima volta. E la composizione del quadro apparve al mio spirito; ed ogni volta che guardo questo quadro rivivo quel momento. Momento che tuttavia è un enigma per me, perché è inesplicabile. Perciò mi piace chiamare enigma anche l’opera che ne deriva. “
    Il ritratto che hai appena “dipinto”, sembra adatto per una pittura metafisica…

  3. gabry Says:

    avrei tanto bisogno di pulizie di primavera, ma forse più dentro che fuori…aprire le finestre dell’anima e farci entrare tanta aria buona e fresca!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: