L’antidoto alle aspettative

Scheletri
E un po’ le cose te le aspetti. No, nessuna palla
di vetro, solo regole e percentuali che ti portano a puntare l’ago della
bilancia delle tue aspettative da una parte o dall’altra. E puntualmente avevi
ragione.

Suona la sveglia con una canzone che ti accompagna da un po’ e tu nel
torpore del sonno sei convinta che sia il tuo telefono che squilli, lasciato
acceso appositamente qualche ora prima. Non ti alzi perché non ti va e poi
perché in fondo stai aspettando e di fare qualsiasi altra cosa mentre aspetti,
anche solo una colazione, non se ne parla. Bastano ventisei minuti e quello che
volevi arriva, una risposta: diversa da quella che speravi, uguale a quella che
ti aspettavi.

Ecco, ora l’immobilità ti sta stretta, non ne vuoi sapere e dopo
un veloce cappuccino entri dentro la vasca da bagno piena di acqua bollente e
ti immergi con la musica a tutto volume, mentre fuori è una giornata di sole.
Hai bisogno di lavarti le idee con del sapone che non scivoli via, hai bisogno
di parlare poi però dopo un po’ che lo fai non ne puoi più e decidi, si va al
mare, nonostante sia Gennaio. Se avessi una moto ora saliresti in sella e
partiresti con la voglia di sentire il vento e il freddo addosso. Destinazione
Argentario, su quattro ruote anziché su due, in una giornata con il sole fuori.
Non è il momento delle domande, non ora, non oggi. E’ il momento di non
guardare, dietro le tue lenti scure. Non hai mai desiderato trasferirti, ami la
tua città ma stanotte avresti voluto un’altra vita da un’altra parte, dove
iniziare tutto da zero, reset e di nuovo via, per migliorare, per riprovare.
Poi abbracciata al tuo cuscino nel tuo letto ti sei addormentata credendo che
avresti rimosso questo pensiero. Ma lui aldilà delle tue aspettative invece ti
ha accompagnato anche al mare.

–Sai
cosa mi fa più paura? Chi sembra che prenda delle decisioni e ti convince anche
di tutti i motivi che l’hanno spinto a fare così. E sono tutti motivi veri e
razionali. Però poi ti accorgi che dietro sembra esserci il vuoto, perché tu
questi motivi li puoi anche accettare ma non sono comunque i tuoi    -Immagino tu ti riferisca a qualcuno in
particolare    -Si. Altrimenti non saprei
neanche come è fatta questa paura.

Annunci

3 Risposte to “L’antidoto alle aspettative”

  1. La Presidente Says:

    Bimba quando vuoi posto in sella c’è…posto letto pure…mare..eccolo servito.. abbracci caldi caldi appena sfornati e tanti sorrisi.. 🙂

  2. wyllyam Says:

    non servirti di antidoti. prendi il veleno così come è. magari brucia di più. ma fa prima il suo effetto.

  3. R Says:

    Mi sembra esattamente la mia ultima domenica. Anche se dove vivo io, il mare non c’e’.

    In definitiva, pero’, l’importante era andare. Andarsene, almeno per qualche ora. Il dove era solo un dettaglio.

    R

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: